Comune di Orco Feglino - portale istituzionale

Trasparenza gestione rifiuti

CARTA DELLA QUALITA’ DEL SERVIZIO  DI GESTIONE DELLE TARIFFE TARI E DEI RAPPORTI CON GLI UTENTI.

Sezione in fase di aggiornamento

RAGIONE SOCIALE DEL GESTORE DELLA RACCOLTA E TRASPORTO E DELLO SPAZZAMENTO E LAVAGGIO DELLE STRADE

Servizi Ambientali Territoriali S.p.A.

Via Tommaseo, 44 – 17047 Vado Ligure (SV)

Per informazioni in merito alla gestione della raccolta dei rifiuti, segnalazioni, prenotazione dei servizi, ad esempio ritiro ingombranti e per qualsiasi informazione sul servizio, rivolgersi al numero verde di SAT – Servizi Ambientali Territoriali  S.p.A. –

Recapito telefonico per il servizio di pronto intervento: NUMERO VERDE 800.966.156

Sito web:  SAT SpA: www.satservizi.org

RAGIONE SOCIALE DEL GESTORE CHE EFFETTUA ATTIVITA’ DI GESTIONE TARIFFE E RAPPORTI CON GLI UTENTI

COMUNE DI ORCO FEGLINO – Ufficio tributi

Piazza Municipio 3 – 17024 ORCO FEGLINO (SV)

Per l’invio di reclami, richieste di informazioni, di rettifica degli importi addebitati, di rateizzazione, richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio, contattare l’ufficio tributi

Comune di Orco Feglino

Tel.: 019/699010 interno 2

N. VERDE per richieste informazioni sulla tassa rifiuti 800.078.513 – attivo il martedì dalle ore 11:00 alle ore 12:00

PEC: comune.orcofeglino@legalmail.it

p.e.: tributi@comune.orcofeglino.sv.it

Sito web: https://comune.orcofeglino.sv.it/

MODULISTICA RECLAMI: clicca qui

PERCENTUALE DI RACCOLTA DIFFERENZIATA CONSEGUITA NEL COMUNE, CON RIFERIMENTO AI TRE ANNI SOLARI PRECEDENTI QUELLO IN CORSO

ANNO 2020: 79,08%

ANNO 2021: 78%

ANNO 2022: 77,35%

CALENDARIO ORARI DI RACCOLTA:  Informazioni reperibili e scaricabili al seguente link: clicca qui

ISTRUZIONI PER IL CORRETTO CONFERIMENTO :  Informazioni reperibili e scaricabili al seguente link: clicca qui

CARTA DELLA QUALITA’ DEL SERVIZIO:

Carta della qualità del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani di cui all’articolo 5 del TQRIF, liberamente scaricabile

CALENDARIO DI ATTIVITA’ DI SPAZZAMENTO E LAVAGGIO STRADE E CAMPAGNE STRAORDINARIE RACCOLTA RIFIUTI URBANI : Informazioni reperibili e scaricabili al seguente link: clicca qui

Attualmente non sono previste campagne straordinarie di raccolta dei rifiuti urbani.

ESTREMI ATTO DI APPROVAZIONE DELLE TARIFFE PER L’ANNO 2023

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 7  del 28/04/2023

REGOLAMENTO TARI

Deliberazione consiglio comunale n. 7 del 22/03.2021 e modificato con deliberazione consiglio comunale n. 34 del 30/12/2022

Regolamento per l’applicazione della Tassa sui rifiuti (TARI)

INFORMAZIONI IN MERITO ALLE REGOLE DI CALCOLO DELLA TARIFFA, ALLE VARIABILI, ALLE RIDUZIONI E ALLE IMPOSTE APPLICABILI

IMPOSTE APPLICABILI: il tributo provinciale per l’esercizio delle funzioni ambientali (TEFA) è un tributo istituito dal Legislatore a fronte dell’esercizio delle funzioni amministrative di interesse provinciale, riguardanti l’organizzazione dello smaltimento dei rifiuti, il rilevamento, la disciplina ed il controllo degli scarichi e delle emissioni e la tutale, difesa e valorizzazione del suolo. Esso trova spazio nell’avviso di pagamento trasemsso dal Comune ed è calcolato nella misura del 5% dell’importo complessivamento dovuto a titolo di TARI. L’art. 1 co. 666 della Legge 147/2013 ha confermato l’applicazione del tributo ex art.19 D.lgs. 504/1992 anche in vigenza di TARI.

TARIFFA MEDIA APPLICATA ALLE UTENZE DOMESTICHE E ARTICOLAZIONE DEI CORRISPETTIVI APPLICATI ALLE UTENZE DOMESTICHE E NON DOMESTICHE:

ESEMPI:

ABITAZIONE CON N. 2 OCCUPANTI

Per un’utenza domestica di 100 mq il totale dovuto, considerando l’addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 247,25, calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 0,4437253

Tariffa variabile: € 191,111195

Quota fissa: € 0,4437253 * 100 * (365/365) = € 44,37

Quota variabile: € 191,111195* (365/365) = € 191,11

Totale tributo: € 44,37 + € 191,11 = € 235,48

Totale: € 235,48 + 5 % = € 247,25

BAR, CAFFE’, PASTICCERIA

Per un’utenza non domestica di 50 mq il totale dovuto, considerando l’addizionale provinciale pari al 5 % e un periodo di 365 giorni, ammonta a € 421,66, calcolato applicando:

Tariffa fissa: € 1,941689

Tariffa variabile: € 5,815467

Quota fissa: € 1,941689 * 50 * (365/365) = € 97,08

Quota variabile: € 5,815467* 50 * (365/365) = € 290,77

Totale tassa: € 97,08+ € 304,50 = € 387,85

Totale: € 387,85 + 5 % = € 407,24

Presupposto per l’applicazione della TARI è il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo, e anche di fatto, di locali o di aree scoperte a qualunque uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Si considerano suscettibili di produrre rifiuti urbani i locali e le aree utilizzabili a qualunque scopo, purché anche solo potenzialmente in grado di produrre rifiuti, indipendentemente che gli stessi siano o meno di fatto utilizzati.

La base imponibile è costituita dalla superficie dei locali e delle aree scoperte sopra richiamati e si considera il periodo nel quale si svolge l’occupazione.

La tariffa si compone di una quota fissa, determinata in relazione alle componenti essenziali del costo del servizio di gestione dei rifiuti e da una quota variabile, rapportata alle quantità dei rifiuti conferiti, al servizio fornito e all’entità dei costi di gestione, in modo da assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio.

Le tariffe sono articolate in due fasce di utenza, domestica e non domestica.

RIDUZIONI (estratto regolamento comunale artt. 18,19 e 20)

Riduzioni per inferiori livelli di prestazione del servizio: Per le utenze ubicate fuori dal perimetro di raccolta, come definito dal vigente regolamento comunale per la gestione del servizio dei rifiuti urbani, la tassa è dovuta, sia per la parte fissa sia per quella variabile, nella misura del 40 per cento. Il tributo è dovuto nella misura massima del 20% della tariffa, in caso di mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, ovvero di effettuazione dello stesso in grave violazione della disciplina di riferimento, nonché di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi che abbiano determinato una situazione riconosciuta dall’autorità sanitaria di danno o pericolo di danno alle persone o all’ambiente. La riduzione di cui al comma precedente si applica limitatamente al periodo dell’anno per il quale è stato accertato il verificarsi delle situazioni ivi descritte.

Riduzioni ed agevolazioni per le utenze domestiche:  La TARI è ridotta per le utenze domestiche tenute a disposizione per uso stagionale od altro uso limitato e discontinuo, nella misura del 5%; la riduzione cessa retroattivamente a decorrere dall’inizio dell’anno, qualora l’abitazione sia data in locazione o in comodato nel corso dell’anno medesimo. Alle utenze domestiche che abbiano avviato il compostaggio dei propri scarti organici (art. 183 c. 1 lett. e) del D.Lgs. n. 152/2006) si applica una riduzione della tariffa, sia fissa che variabile, del 20%. Sono esclusi dal conteggio altri locali quali box, garage, cantina, ecc. La riduzione di cui al comma precedente è subordinata alla presentazione di apposita istanza di attivazione del compostaggio dei propri scarti organici in modo continuativo nell’anno di riferimento, corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore.  Sono esentati dalla presentazione della suddetta documentazione gli utenti che hanno ricevuto la compostiera in comodato d’uso dal Comune o dal Gestore del servizio. La riduzione per Il compostaggio richiesta dopo l’emissione degli avvisi di pagamento, è applicata dall’anno successivo.

Riduzioni ed agevolazioni per le utenze non domestiche:  Il tributo è ridotto, tanto nella parte fissa quanto nella parte variabile, del 15% per i locali, diversi dalle abitazioni, e le aree scoperte adibiti ad uso stagionale o ad uso non continuativo, ma ricorrente, purché non superiore a 183 giorni nell’anno solare. L’ufficio competente è autorizzato a richiedere all’utente gli atti comprovanti lo svolgimento dell’attività tramite la produzione di estratti delle scritture contabili quali libro giornale e registri Iva. Gli eventuali documenti richiesti dovranno essere prodotti dall’utente entro e non oltre 30 giorni dal ricevimento dell’istanza, pena il mancato diritto alla riduzione. Ai sensi dell’art. 1 comma 660 della Legge n. 147/2013, il tributo è ridotto del 10%, sia nella quota fissa che nella quota variabile, alle seguenti categorie che abbiano avviato il compostaggio degli scarti organici (art. 183 c. 1 lett. e) del D.Lgs. n. 152/2006):

  1. Alberghi con ristoranti;
  2. Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie;
  3. Plurilicenze alimentari,

Sono esclusi dal conteggio altri locali quali depositi, uffici, spogliatoi, ecc.. La predetta agevolazione è iscritta in bilancio come autorizzazioni di spesa e la relativa copertura è assicurata da risorse diverse dai proventi del tributo di competenza dell’esercizio al quale si riferisce l’iscrizione stessa. L’agevolazione di cui al comma 3 è subordinata alla presentazione di apposita istanza di attivazione del compostaggio dei propri scarti organici in modo continuativo nell’anno di riferimento, corredata dalla documentazione attestante l’acquisto dell’apposito contenitore.  Sono esentati dalla presentazione della suddetta documentazione gli utenti che hanno ricevuto la compostiera in comodato d’uso dal Comune o dal Gestore del servizio. L’agevolazione per Il compostaggio richiesta dopo l’emissione degli avvisi di pagamento, è applicata dall’anno successivo.

POSIZIONAMENTO DELLA GESTIONE NELL’AMBITO DELLA MATRICE DEGLI SCHEMI REGOLATORI

Considerato quanto disposto con Deliberazione n.15/2022 in relazione alla regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani, preso atto dello schema regolatorio, asimmetrico e graduale predisposto da ARERA nella suddetta deliberazione, il Comune, in veste di ente territorialmente competente, ha individuato, come indicato dall’art. 3, comma 1 del Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani (TQRIF), il posizionamento della gestione nello schema regolatorio 1, sulla base del livello qualitativo e in ragione delle prestazioni previste dalla Carta della qualità vigente.

MODULISTICA TARI

Vedere il seguente link:

https://comune.orcofeglino.sv.it/modulistica/settore-finanziario-tributi/

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Modelli F24 pagabili presso un qualsiasi sportello bancario o postale

DOCUMENTI DI RISCOSSIONE ON LINE: è possibile ricevere i documenti di riscossione in formato elttronico: contattare ufficio tributi ai seguenti recapiti:

Tel.: 019/699010 interno 2

PEC: comune.orcofeglino@legalmail.it

p.e.: tributi@comune.orcofeglino.sv.it

INFORMAZIONI PER OMESSO VERSAMENTO

Le sanzioni previste sono le seguenti:

  • in caso di omesso o insufficiente versamento del tributo risultante dalla dichiarazione si applica la sanzione del 30% del tributo non versato;
  • in caso di omessa presentazione della dichiarazione, si applica la sanzione dal 100 per cento al 200 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro;
  • in caso di infedele dichiarazione, si applica la sanzione dal 50 per cento al 100 per cento del tributo non versato, con un minimo di 50 euro.

Modulistica: https://comune.orcofeglino.sv.it/modulistica/settore-finanziario-tributi/

Ultima modifica: 10 Maggio 2024 alle 14:23
Non hai trovato quel che cerchi? Contattaci
torna all'inizio del contenuto